Portami dove nasce il Sole….

Dove posso sentire almeno una volta un ruscello scorrere e cantare il tempo.

Portami dove posso sentire la presenza del Grande Mistero della Vita,

affinchè possa inginocchiarmi e raccogliere Amore

e pura Energia!

Portami con te…. nei tuoi Sogni. Sui tuoi passi. Coi tuoi pensieri.

Col tuo Amore!

 

A Laura con tutto me stesso….

 

<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>

 

Erano le 10,00 del mattino quando salii sul mio Volkswagen T2 del 1972, pronto e carico di cibo, pochi vestiti e due delle mie chitarre e le armoniche.

Pronto ad affrontare un viaggio lungo, che ho scoperto dopo, sarebbe durato anni.

Come quando uno dice a casa. “Vado a comprare le sigarette” e poi non torna più.

E’ stato più o meno così che sono partito.

Arrivato alla soglia del giardino mi sono fermato. Ho guardato l’orologio al polso.

Non ci ho pensato più di due secondi e me lo sono tolto. Ho riguardato l’ora. Poi l’ho lanciato sulla strada sterrata.

Non me lo sarei più rimesso….

Ma mi hanno accompagnato il Sole, la fame ed il sonno. Con loro capivo che ora era.

Sono stato felice. In contrasto con tutto e molti.

Tornassi indietro lo rifarei. Un uomo nasce libero sempre. Come uomo. Poi altri uomini ci imprigionano, per leggi e per religioni. Per etiche discutibili, irrispettosi delle culture.

Non lo volevo, come non lo voglio. Così scendo a compromessi, come facciamo tutti indistintamente.

Ma quando ho la possibilità di suonare ancora, allora ecco, l’appagamento arriva e tutto ricomincia!

 

<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>